Pubblico Impiego Ministero della Giustizia

Prove selettive art. 21 quater legge 132/2015: La USB Giustizia Lombardia chiede di disapplicare la circolare per la missione per la corte di appello di Brescia @usbsindacato @usbgiustizia #riqualificazione

Il coordinamento giustizia della Lombardia ha scritto al presidente della corte di appello di brescia pres. Castelli in merito alla circolare sulla missione del DOG 4925, chiedendo la sua disapplicazione.

L'art. 208 del TU. n. 3/1957 stabilisce: "Agli impiegati che debbano trasferirsi fuori della sede di impiego per partecipare ad esami di promozione spetta il rimborso delle spese di viaggio e la corresponsione dell'indennità di missione dal giorno che precede gli esami fino al giorno successivo al loro espletamento". Fermo restando che è pacificamente stata abrogata l'indennità di missione, tutto il resto a nostro parere rimane vigente, allo stato.

La Circolare in oggetto invece, con la concessione di un unico giorno di missione, porta alla paradossale conseguenza che i colleghi debbano ricorrere ad un giorno di ferie, così come stato suggerito nella mail della Dirigente della Corte dott.ssa Pizzoni. E' di tutta evidenza che, se trattasi di missione, deve essere consentito ai lavoratori un agevole rientro in servizio, mentre, nel caso particolare del Distretto di Brescia, quegli stessi lavoratori si troveranno a dover rientrare nella notte, dopo aver sostenuto l'esame alle ore 15, tra l'altro in una sede posta nell'estrema periferia romana, per poter essere in servizio il giorno successivo. Oppure alla assurda ipotesi di colleghi che debbano partire nel cuore della notte per essere sul posto alle ore 10, con rischio concreto di non permettere la partecipazione all'esame.