I VERI PADRONI.

Nella riunione odierna al Ministero in cui era prevista la sottoscrizione dell’accordo relativo all’individuazione degli uffici sedi per le elezioni RSU, che si terranno a novembre 2007, si è assistito ad un nuovo colpo di scena e di mano.

 

Roma -

Sulla Mappatura RSU  oggi era prevista la mera ratifica, attraverso la sottoscrizione, dell’accordo raggiunto lo scorso 19 luglio con tutte le OO.SS. con il solo dissenso della CGIL.

L’intesa prevedeva l’accorpamento delle procure, il  cui numero di dipendenti è inferiore o uguale a 40, ai corrispondenti tribunali. Questo per garantire anche a quelle sedi con un numero esiguo di lavoratori di avere la loro rappresentanza unitaria.

A sorpresa, invece e con un vero colpo di mano, su richiesta della CGIL cui si sono associate all’ultimo minuto la CISL ed il SAG UNSA, sono state cambiate le carte in tavola in  nome di una illogica quanto pretestuosa asserita democrazia sui posti di lavoro.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni