MONTEPULCIANO: IL LAVORATORI, CON USB, REAGISCONO ALLA SOPPRESSIONE DEGLI UFFICI GIUDIZIARI

I lavoratori di Montepulciano, hanno effettuato un presidio contro la soppressione degli uffici giudiziari locali.

In allegato le foto e il comunicato stampa.

 

ELEZIONI RSU 2012: CON USB PER ORGANIZZARE IL CONFLITTO, PER COSTRUIRE IL FUTURO

 

 

Siena -

I dipendenti del Palazzo di Giustizia di Montepulciano hanno oggi effettuato l’annunciato sit-in di protesta contro la chiusura del Palazzo di Giustizia, organizzato del Sindacato USB P.I. (Unione Sindacale di Base, Pubblico Impiego).

 

Notevole affluenza dei cittadini dell’importante paese toscano. Sono intervenuti avvocati, commercianti ed imprenditori, che rappresentano un indotto dell’Ufficio pubblico.

 

Anche il Sindaco Andrea Rossi ha aderito all’evento, partecipando alla raccolta di firme per scongiurare la chiusura dell’importante Polo giudiziario, così come hanno fatto molti passanti, alcuni dei quali non erano al corrente della paventata chiusura.

 

“Ora aspettiamo un cenno di rassicurazione da parte delle Istituzioni”, dice il Delegato Usb P.I., Massimo Fussi, "nel ribadire che i dipendenti sono pronti a manifestare il loro dissenso con altre azioni, fino ad arrivare alla proclamazione di uno sciopero in sede locale".

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni