SCIOPERO DELL'11 MARZO APPELLO AI LAVORATORI DELLA GIUSTIZIA

Venerdi 11 marzo la USB, assieme ad altre realtà del sindacalismo di base, ha proclamato lo sciopero generale. Anche i lavoratori della giustizia saranno a Roma a piazza della Repubblica con migliaia di altri lavoratori pubblici e privati, giovani e precari per una grande manifestazone che attraverserà la città.

Facciamo appello agli ultimi indecisi: è necessario scegliere. Nel continente europeo, un tempo culla di civiltà, si sta giocando una violenta partita che vede i poteri forti, mettere le mani in modo deciso, nelle tasche dei lavoratori, è necessario quindi dare a costoro un preciso segnale.

L'undici marzo dobbiamo esserci in molti, tanti sono i motivi per starci.

 

Venerdi 11 marzo, sciopero perchè l'accordo del 4 febbraio voluto da CISL, UIL e UGL reintroduce le fasce di Brunetta, utilizzando improbabili risorse aggiuntive.

Venerdi 11 marzo, sciopero perchè vorremmo che l'informatica semplificasse il lavoro e non fosse solo propaganda come le notifiche via posta certificata e via sms.

Venerdi 11 marzo, sciopero perchè a parole tutti difendono la maternità, la famiglia, nei fatti tolgono il part-time, non ci sono interpelli, e i distacchi per l’art. 42 bis del DL 151/2001 e per la Legge 104 nove volte su dieci sono negati.

Venerdi 11 marzo, sciopero perchè i crediti di giustizia li fanno recuperare ad EQUITALIA GIUSTIZIA SPA, una società privata, invece di assumere tanti giovani validi.

Venerdi 11 marzo, sciopero perchè la riqualificazione è stata svenduta da CISL SAG-UNSA e INTESA-UGL, e la progressione di fascia è finanziata con i soldi del FUA che erano già denaro dei lavoratori;

Venerdi 11 marzo, sciopero perchè il protocollo sul welfare voluto da CGIL, CISL, e UIL, ha tagliaTo le pensioni in valore ed ha aumentato l'età pensionistica.

Venerdi 11 marzo, sciopero perchè lo stato sociale garantisce i più deboli dalle prepotenze del mercato, preservando la democrazia nel paese.

Venerdi 11 marzo, sciopero perchè l'ordinamento professionale previsto con il nuovo contratto integrativo ha creato solo confusione nelle cancellerie e nessuno si preoccupa di porvi rimedio.

Venerdi 11 marzo, sciopero perchè ogni volta che i sindacati concertativi firmano qualche accordo, per i lavoratori non c'è stato mai nulla da festeggiare in questi ultimi 20 anni.

Venerdi 11 marzo, sciopero perchè l'Europa non può imporre una manovra finanziaria di 50 miliardi di euro e l'innalzamento dell'età pensionabile a 67.

Venerdi 11 marzo sciopero per la fine delle applicazioni selvagge, tra l’altro senza nessun rimborso per l’utilizzo del mezzo proprio e per ripristino delle corrette relazioni sindacali.

Venerdi 11 marzo, sciopero perchè il blocco dei rinnovi contrattuali non permette di arrivare alla la terza settimana del mese.

Venerdi 11 marzo, sciopero perchè le elezioni RSU sono un diritto, con regole democratiche.

Venerdi 11 marzo, sciopero perchè oramai i carichi di lavoro sono insostenibili e nessuno pensa di assumere nuovo personale, nonostante nell'ultimo anno vi sono stati 1200 persone che hanno lasciato il Ministero della Giustizia e nel 2011 altre 3000 lo abbandoneranno.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni