Smart working per genitori con figli minori di 14 anni.

USB P.I. - Giustizia chiede al Direttore Generale del Personale e della Formazione, Dott. Alessandro Leopizzi, le linee guida.

Roma -

La USB P.I. - Giustizia apprezza gli sforzi fin qui profusi da codesta Amministrazione nella gestione dell’emergenza epidemiologica ancora in atto.

Rappresenta tuttavia la necessità di chiarimenti in merito alla possibilità di fruizione in via preferenziale dello smart working per i genitori con figli minori di 14 anni.

Il decreto “Cura Italia”, infatti, aveva previsto per i questa categoria di dipendenti, nel settore privato, un vero e proprio diritto al lavoro agile, diritto riconfermato dal recente decreto “Rilancio” fino alla cessazione dello stato epidemiologico da Covid-19.

Nei decreti sopracitati non viene fatto riferimento esplicito al diritto allo smart working per i genitori con figli minori per i dipendenti pubblici in quanto per tutta la pubblica amministrazione il lavoro agile è divenuto, a causa di questa emergenza, modalità ordinaria di svolgimento dell’attività lavorativa.

Tuttavia, alla luce delle recenti modifiche normative in ambito giustizia, che prevedono una ripresa dell’attività lavorativa anticipata rispetto alle altre categorie di dipendenti pubblici, si rende necessario un chiarimento operativo da parte di codesta amministrazione al fine di poter comunque garantire ai genitori con figli minori la giusta conciliazione vita-lavoro.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni