USB - FUNZIONE PUBBLICA CHIEDE CHIARIMENTI AL MINISTERO PER SMART WORKING AI LAVORATORI FRAGILI

Roma -

A seguito della segnalazione della USB sulla non corretta applicazione dello smart working per i lavoratori fragili

FUNZIONE PUBBLICA INTERVIENE

per chiedere chiarimenti al Ministero della Giustizia

sottolineando che, considerato l’evolversi della situazione epidemiologica, nonché la durata dello stato di emergenza, prorogata sino al 31 gennaio 2021

ciascun dirigente “adotta, (…) di norma, nei confronti dei lavoratori fragili ogni soluzione utile ad assicurare lo svolgimento di attività in modalità agile anche attraverso l’adibizione a diversa mansione ricompresa nella medesima categoria o area di inquadramento come definite dai contratti collettivi vigenti e lo svolgimento di specifiche attività di formazione professionale”.

Inoltre ha aggiunto che, vista l’urgenza, ogni dirigente deve procedere immediatamente a riorganizzare l’ufficio garantendo il lavoro agile ANCHE SENZA AVER TERMINATO LA MAPPATURA DELLE ATTIVITA’ SMARTABILI.

 

USB INCALZERA’ IL MINISTERO AFFINCHE’ APPLICHI LA NORMATIVA IN TEMA SMART WORKING A PARTIRE DAI LAVORATORI FRAGILI.

INVITIAMO I DIPENDENTI A SEGNALARCI EVENTUALI DISTORSIONI NELL’APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA

 

In allegato la nota USB e la risposta di Funzione Pubblica

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati