Accordo sul lavoro agile - penalizzati ancora una volta i lavoratori della giustizia

Roma -

E' stato firmato da alcune Sigle Sindacali l'accordo sullo smart working fino a fine emergenza.

USB lo ritiene l'ennesimo accordo a perdere per i lavoratori della giustizia, anche alla luce delle recenti norme di contrasto all'epidemia e alle aperture di Funzione Pubblica nel parere dato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, e per questo non lo ha firmato.

Sarebbero bastate poche modifiche per permettere a gran parte dei lavoratori l'accesso al lavoro agile e per tutelare le categorie fragili scomputandole dal tetto del 50%.

Ma come sempre, quando si tratta dei lavoratori della giustizia, c’è tanta voglia di firmare e poca voglia di fare un buon accordo.

 

In allegato:

1. i motivi per cui USB si è rifiutata di firmare

2. l’ultima bozza di accordo proposta e firmata da alcune organizzazioni sindacali

3. l’elenco degli applicativi accessibili da remoto

4. parere di Funzione Pubblica al MIT

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito usa cookie tecnici e cookie per effettuare statistiche sulla navigazione. Procedendo nella navigazione accetti implicitamente l'uso dei cookie. In alternativa puoi selezionare una delle opzioni qui sotto. I cookie tecnici saranno utilizzati in ogni caso.