Riorganizzazione DGSIA e CISIA- Riunione del 1 agosto 2016 @usbgiustizia #FACCIAMOUN48 #48oreperunprocesso #riqualificazione @usbsindacato

Si è svolto nella stanza del Capo dipartimento dell’organizzazione giudiziaria, l'incontro relativo alla riorganizzazione della direzione generale per i servizi informativi automatizzati.

Alla riunione hanno partecipato il capo dipartimento, Dott. Natoli, il direttore generale del personale, Dott.ssa Fabbrini, ed il direttore generale per i servizi informativi automatizzati, Dott. Liccardo.

La USB PI ha sottolineato nel proprio intervento che l'informatica è la leva per la trasformazione di ogni organizzazione e proposto le seguenti questioni che riguardano gli informatici e i servizi informativi dell'Amministrazione:

  • RIQUALIFICAZIONE per il personale informatico che premi il sacrificio fatto in questi anni stante l’aumento dei carichi di lavoro e la diminuzione del personale: solo in questi ultimi tre mesi 4 informatici andranno alla Scuola Superiore della Magistratura;
  • RITIRO IMMEDIATO DELL’ORDINE DI SERVIZIO che riguarda ben sei assistenti informatici, tra cui due ingegneri, che stanno effettuando le scansioni di atti alla procura di Roma, attività non propria del profilo di assistente informatico;
  • DEFINIZIONE DELLE PIANTE ORGANICHE DEI CISIA sopravvissuti al taglio: a funzioni definite deve corrispondere un congruo numero di personale da incardinare nelle piante organiche delle Corti di Appello, evitando in tal modo di intaccare la dotazione organica degli uffici centrali fissata dalla legge di stabilità a 1.090 unità;
  • STABILIZZAZIONE DEL PERSONALE nelle sedi dove opera da anni, a seguito della definizione delle piante organiche;
  • FORMAZIONE che coinvolga tutto il personale informatico, sia quello della Direzione Generale e sia quello dei CISIA, sia quello presso le direzioni generali;
  • INDIVIDUAZIONE DEI GRUPPI DI ECCELLENZA nazionali che, a seguito della formazione, con piattaforme collaborative da remoto, si occupino ad esempio di reti, vmware, oracle, sale server e programmazione;
  • POTENZIAMENTO E NON SMEMBRAMENTO dei gruppi di lavoro che operano nella sede ministeriale: sia quello degli informatici della DGSIA sia quello che opera incardinato nell'ufficio I del capodipartimento (ex CEGRO);
  • GARANZIE PER I LAVORATORI DELLA SOCIETA’ SPOT4, a cui è stato revocato il sub appalto per l'assistenza sistemistica;
  • ASSUNZIONE DI UN CONGRUO NUMERO DI INFORMATICI dalle graduatorie di funzionari informatici ancora in vigore del ministero dell'economia e finanze e dell'INPS, tra le future 1000 assunzioni.

L'Amministrazione ha ribadito la stima verso il personale informatico riferendo che il Ministro si sta interessando per la loro riqualificazione e che l'ordine di servizio emanato per i gli informatici in procura a Roma non riguarda solo la scansione ma è un'attività “elettiva” di controllo. Su questa questione la USB ha contestato il DG Liccardo, attualmente risulta che i sei colleghi scansionano gli atti della procura di Roma. Il dott. Liccardo si è impegnato ad approfondire la questione successivamente.

Con riferimento alle piante organiche dei CISIA l’Amministrazione ha dichiarato che per procedere alla loro definizione ha dovuto preventivamente effettuare uno studio sui carichi di lavoro attraverso un controllo sul numero di ticket aperti dall'assistenza sistemistica. A seguito di tale monitoraggio procederà alla loro definizione, salvaguardando il personale che già opera nelle sedi e facendo fronte ad eventuali scoperture con personale dell’assistenza esterna. Per ora si sono impegnati a rinnovare tutti i distacchi sul territorio.

Per la formazione personale si stanno predisponendo delle piattaforme di e-learning che prossimamente saranno utilizzate dai cancellieri ed ufficiali giudiziari ma poi saranno estese anche agli informatici con contenuti specifici.

Per quanto riguarda la formazione e la creazione dei gruppi di eccellenza di lavoro l'Amministrazione si è detta disponibile ad accogliere i suggerimenti del sindacato.

Per ciò che concerne i gruppi di lavoro che operano a Via Arenula, il Capo dipartimento, stante la nomina da pochi giorni, non era a conoscenza di avere alle sue dirette dipendenze un gruppo di tecnici informatici e tutti i progetti da loro sviluppati e mantenuti.

La USB P.I. ha ribadito in modo chiaro che un loro smembramento, così come quello per il gruppo dei tecnici DGSIA presenti a via Arenula, è deleterio per l'amministrazione.

La USB è insoddisfatta sia perchè ancora non vi è nessuna norma che garantisca la riqualificazione del personale informatico, così come del restante personale che non farà parte dei 1704 riqualificati per l’art. 21 quater, sia perchè le risposte dell'amministrazione rispetto ai problemi segnalati sono del tutto interlocutorie.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni