#USB_GIUSTIZIA bando di assegnazione di personale alla Scuola Superiore della Magistratura. Lettera al Capo Gabinetto

Roma -

La USB P.I. – Giustizia è stata informata di un bando, con il quale si chiede la disponibilità di 21 unità dipendenti del Ministero della Giustizia da assegnare poi alla Scuola Superiore della Magistratura. Anche se il bando formalmente riguarda tutti e tre i dipartimenti, in sostanza i profili professionali richiesti (Assistente Giudiziario, Cancelliere e Funzionario Giudiziario) appartengono tutti all’organizzazione giudiziaria.

 

Ora se si tiene conto che il Dipartimento dell’O.G. ha una scopertura nazionale di quasi 8000 unità, cui si aggiunge il personale comandato al C.S.M., ad Equitalia Giustizia, alle varie Autority, agli altri Ministeri significherebbe aggravare ulteriormente gli uffici giudiziari, già travolti da milioni di cause arretrate così come denunciato da tutti i presidenti di Corte d’Appello nella recente cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario 2014.

 

Tra l’altro la Scuola Superiore della Magistratura, istituita inizialmente con quattro sedi e con una posizione dirigenziale di prima fascia, è diventato organismo autonomo dal C.S.M. ma ambedue non sono soggetti al vincolo di blocco alle assunzioni, pertanto alla luce di ciò la USB P.I. – Giustizia chiede il ritiro del suddetto bando e che il C.S.M. e la Scuola Superiore della Magistratura, provvedano autonomamente attraverso concorsi pubblici all’assunzione di personale.

 

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni