Verso il 5 Dicembre: Presidio a Busto Arsizio per l'arrivo del ministro Alfano

Varese -

In vista dello sciopero del 5 dicembre per la:

  • mancata progressione di carriera, nonostante altre articolazioni dello stesso Ministero della Giustizia abbiano già ottenuto la riqualificazione dei lavoratori, sia all’interno che tra le aree professionali (alcuni lavoratori anche di due livelli economici);

  • riduzione delle dotazione organiche, taglio del salario accessorio, blocco degli interpelli e pesanti restrizioni all’istituto part-time come previsto dalla L. 133/2008;

  • scarsa salubrità e sicurezza di molti palazzi di Giustizia;

  • perequazione della indennità di amministrazione a quella del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria e Giustizia Minorile;

Un presidio di lavoratori della Giustizia è stato fatto per denunciare all'opinione pubblica la situazione in cui versa il sistema della giustizia. Un fuori programma ha visto Stefano Salvi ex inviato di STRISCIA LA NOTIZIA che chiedeva conto al Ministro Alfano sulle politiche dell'informatica, in particolare sull'assistenza da remoto su cui anche RdB Giustizia è intervenuta.

In allegato l'articolo di varese news. 

Busto Arsizio - Città sorvegliata speciale per l’arrivo del ministro Angelino Alfano. Il Guardasigilli arriverà a Busto Arsizio in tarda mattinata per una cerimonia che riguarda l’inaugurazione del palazzo di giustizia, già attivo da alcuni mesi.

Nella mattinata di oggi, 18 novembre, alcuni manifestanti aderenti alla sigla sindacale Rdb-Cub hanno posizionato uno striscione in via Volturno, strada che porta al tribunale, con la scritta: "Contro lo smantellamento della giustizia, per riqualificare i lavoratori e il servizio".

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni