LETTERA DI UNA LAVORATRICE DI PALERMO: NON CI SONO FANNULLONI, RISCHIAMO DI CREARLI.

In allegato una lettera di una lavoratrice di Palermo. Il coordinamento nazionale USB giustizia, condivide le parola del funzionario Petrotta.

Chi purtoppo oggi vuole scrivere le regole dei contratti, non ha passato neppure un'ora in una cancelleria, e con l'indeterminatezza delle mansioni, la costante riduzione dei del personale e delle risorse, oggi gli uffici sono ridotti ad un mercato, rischiando cosi di minare l'entusiasmo e la volontà dei lavoratori che ogni giorno, con sacrificio, cercano di fornire un servizio dignitoso.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni